Crea sito

TUTELE LEGALI, SAP: DOBBIAMO PROVVEDERE DA SOLI

Garanzie funzionali: è da tempo che il SAP le sta chiedendo!

Viviamo un’epoca, dove le forze dell’ordine sono troppo spesso ingiustamente, falsamente sotto la lente di ingrandimento e sotto accusa per fatti accaduti nell’espletamento del loro dovere e gli operatori di polizia  sono lasciati soli  da un’Amministrazione che si dimostra così lontana  alle necessità del personale.

Il SAP di Trieste, nell’attesa e speranza che venga al più presto messa mano sulla questione delle “garanzie funzionali”, grazie all’indispensabile contributo economico del“Gruppo Cerbone” di Trieste,ha stipulato una polizza assicurativa a favore dei propri associati per tutte quelle spese necessarie alla propria tutela legale nel caso di “imprevisti” nell’adempimento delle proprie funzioni.

Un segnale di vicinanza ai poliziotti triestini al quale ha dovuto provvedere la nostra organizzazione sindacale grazie all’apporto determinante di un “privato”, una tutela che invece dovrebbe essere direttamente data dal Dipartimento e per il quale il SAP da tempo si sta battendo.

Una sicurezza in più per gli uomini e le donne della Polizia di Trieste che potranno operare con più serenità sulle strade del capoluogo giuliano, senza il timore di vedersi decurtato uno stipendio già piuttosto scarso, in caso di “atto dovuto” per aver sostanzialmente fatto il proprio dovere.

Una paura, quella del rischio  di vedersi inghiottito dalla macchina lenta della giustizia oltre che quella della gogna mediatica, ben più forte a quella di mettere a rischio la propria incolumità.

Ancora un’altra iniziativa del SAP quindi, che siaffianca a quella della “polizza per gli autisti” dei mezzi di Polizia, volta sia a tutelare i propri iscritti, ma anche a denunciareall’opinione pubblica a quali difficoltà la categoria è quotidianamente esposta per poter operare nelle migliori condizioni per il bene della brava gente.

Con questa iniziativa e “sensibilizzazione”, ci auguriamo che la stagione dei “preziosi ed encomiabili aiuti da parte di privati”, venga sostituita con una nuova: quella diretta del Dipartimento della P.S. volta a garantire le tutele necessarie per far svolgere bene questa professione che riserva già di per se molte insidie.

Tocca al “datore di lavoro” dare queste tutele e non chi come il SAP “difende i difensori”.